Divorzio congiunto: la check list per l’Avvocato

Divorzio congiunto: la check list per l’Avvocato

di Beccari Dilma

La legge permette ai coniugi che siano d’accordo non solo nel volere lo scioglimento del matrimonio o la cessazione dei suoi effetti civili, ma anche sulle condizioni riguardanti i figli e i rapporti economici e non patrimoniali tra loro, di proporre domanda congiunta di divorzio (cfr. art. 4, comma 16, L. Div.).

Questo tipo di processo di divorzio, ossia su domanda congiunta, diverge notevolmente da quello su domanda unilaterale c.d. contenzioso,

a) perché ha luogo per intero davanti al tribunale come organo collegiale (senza distinzione tra la fase presidenziale e quella dinanzi al giudice istruttore);

b) perché si svolge in forme camerali, pur concludendosi con una sentenza.

1.  Attività a carico del Professionista 


Attività solo eventuale in quanto le parti possono comparire anche personalmente avanti al Presidente del Tribunale senza l’assistenza del legale.

Fase 1
Attività preliminare di studio della controversia e di predisposizione del ricorso.

Il ricorso introduttivo del procedimento di divorzio deve avere il contenuto di cui all’art. 706 c.p.c. (si vedano la formula in calce; la tabella n. 1 e quanto precisato anche con riferimento al divorzio contenzioso al § A).

Fase 2
Deposito del ricorso in Cancelleria.

Il ricorso introduttivo deve essere depositato in Cancelleria in doppia copia unitamente ai seguenti documenti:
• estratto per riassunto dell’atto di matrimonio;

• certificato di residenza di entrambi i coniugi;

• stato di famiglia (di entrambi i coniugi);

• fotocopia del documento di identità e del codice fiscale di entrambi i coniugi.

Il ricorso deve essere presentato unitamente alla Nota di Iscrizione a Ruolo e corredato della scheda ISTAT debitamente compilata.

Fase 3
Notifica del ricorso munito del decreto di fissazione dell’udienza, alla controparte, nel termine fissato dal medesimo decreto presidenziale.

Fase 4
Assistenza della parte che deve presentarsi personalmente avanti al Presidente del Tribunale all’udienza indicata nel decreto per il tentativo di conciliazione.

Fase 5
Eventuale modifica del divorzio consensuale in divorzio contenzioso.

F002 – RICORSO CONGIUNTO
PER SCIOGLIMENTO/ CESSAZIONE
DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO

TRIBUNALE DI …
RICORSO CONGIUNTO PER SCIOGLIMENTO / CESSAZIONE DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO

Ill.mo Sig. Presidente,

i coniugi:
sig. ………., residente in ………., via………., n. , Cod. fisc. ……….e

sig.ra ………., residente in ………., via ………., n. , Cod. fisc. ……….
entrambi elettivamente domiciliati in ………., via ………., n. , presso lo studio dell’avv. ………. Cod. fisc. ………., che li rappresenta e difende, giusta procura in calce al presente atto e che dichiara di voler ricevere le comunicazioni di rito presso il numero di fax – indirizzo di posta elettronica certificata ………..

PREMETTONO

che in data  si sono uniti in matrimonio, matrimonio celebrato con rito civile, religioso, trascritto nei registri di stato civile del comune di ………., al n. ………., parte ………., serie ………., anno ……….;
che dal matrimonio non sono nati figli;
che il Tribunale di ………., con sentenza n.  del , passata in giudicato il , ha pronunciato la separazione giudiziale dei suddetti coniugi;
che il Tribunale di ………., con decreto del ………. ha omologato la separazione consensuale dei suddetti coniugi;
sono trascorsi più di sei mesi dalla comparizione dei coniugi innanzi al Presidente del Tribunale, verificatasi il ………., senza che vi sia stata alcuna riconciliazione.
Tanto premesso, gli istanti, sussistendo i presupposti di legge ed essendo ormai venuta meno qualsiasi comunione materiale e spirituale tra di loro,

CHIEDONO CONGIUNTAMENTE

che voglia questo Tribunale voglia, ai sensi dell’art. 4 della legge 1 dicembre 1970, n. 898, previa fissazione dell’udienza per la comparizione dei predetti coniugi in camera di consiglio, pronunciare lo scioglimento / la cessazione degli effetti civili del suddetto matrimonio alle seguenti condizioni:
a) ……….;
b) ………..
Ai sensi degli artt. 133, 134 e 176 c.p.c. la difesa di  dichiara di voler ricevere le comunicazioni di cancelleria all’indirizzo di posta elettronica certificata o al numero di fax indicati in epigrafe.
Ai sensi dell’art. 13, comma 1, D.P.R. n. 115/2002 è stato versato il contributo unificato nella misura di euro ………..
Avv. ……….

Si producono i seguenti documenti:

  • certificato di matrimonio;
  • stato di famiglia;
  • certificato di residenza di ;
  • sentenza di separazione giudiziale n.  emessa dal  di  in data ;
  • separazione consensuale omologata dal Tribunale di  in data………..;

PROCURA ALLE LITIDEPOSITATO IN CANCELLERIA OGGI
IL CANCELLIERE

TRIBUNALE CIVILE DI ……….
IL PRESIDENTE

Letto il ricorso che precede ed esaminata la documentazione allegata.
Visti gli artt. 711 e relativi c.p.c. e ritenuta la propria competenza.

fissa

per la comparizione personale dei coniugi davanti a sé l’udienza del ………. ore ……….
………., lì

IL PRESIDENTE

 

————
 Fonte: www.altalex.com

Questo Post ha 0 Commenti

Lascia un Commento